venerdì 7 marzo 2014

Masterchef Italia, il dottorino e la social cucina!



E così tra un twit ed un altro e tante sterili polemiche sulle pseudo analisi de La Grande Bellezza, anche la finale di Masterchef è andata, siglando la vittoria di Federico Ferrero, il dottore.

Devo ammettere che me l'avevano detto!Un brillante e lucido suggeritore, mi aveva indirizzato verso il dottorino, ritenendo che il programma avrebbe valorizzato il suo concetto di cucina, tra il macrobiotico ed il molecolare, dichiaratamente concettuale (come a lui piace definirla) e soprattutto salutare.


Non tremo dall'entusiasmo, si sappia;
il buon Almo, sebbene a tratti un pò guascone, forzatamente charmant, posato a tutti i costi, nelle ultime puntate aveva tirato fuori il meglio dei suoi piatti opulenti e sofisticati, ricchi e impregnati di un sud gustoso e competente.
Federico dal canto suo, scampato per un pelo all'eliminazione, ha assunto sempre un atteggiamento un pò spocchioso e forzatamento innovativo, talvolta addirittura al limite del paradossale. Bisogna riconoscergli tuttavia una sperimentazione ed un adattamento alle materie prime, spesso non comuni, che gli sono capitate, davvero notevole, oltre ad un certo coraggio nel presentare rivisatazioni audaci.

Sorbetto in insalata

In ogni caso, senza portarla per le lunghe, il nuovo Masterchef è stato proclamato e la sua idea di cucina premiata.
Tra tutti mi mancherà il bel Cracco, molto dolce, divertente e paterno in questa terza edizione e soprattutto la marocchina più speziata che si sia mai vista su Sky, Rachida.

Fortissima la partecipazione del pubblico, dei commenti online ed offline, che hanno alimentato il trend che cucinare fa cool. facendo letteralmente impazzare la moda della social cucina, pregna di chef e pasticceri casalinghi, pseudostellati ed un pò esaltati. :-D
Dal  mio canto, al momento, non potrò essere così cool, è notorio che la suprema arte dei fornelli non è il mio primo talento, ma di sicuro Masterchef mi ha fatto fortemente incuriosire e divertire, scoprendo ricette che mai avrei creduto potessero intrigarmi (vedi polpo all'orientale).
Tanti ingredienti, tante preparazioni semplici ed anche complesse, tanta voglia di mettere le mani in pasta e superare la troppa teoria (televisiva) di cui sto alimentando la mia cucina. :-P

Polpo all'orientale




1 commento: